Rassegna stampa

L'Arena - Il giornale di Verona

Gli imprenditori vanno a Ā«lezioneĀ» sui pendii del Baldo

mercoledì 2 febbraio 2011

Montagna maestra di sport, vita e lavoro.

I giovani imprenditori del comprensorio villafranchese diventano alpinisti per un giorno e, salendo dalla pianura al Baldo, potranno stare insieme e conoscersi in un orizzonte diverso da quello degli uffici. Sabato, condotti da Marco Heltai, guida di «Xmountain», reduce da una spedizione in novembre in Nepal, l'Aiv (Associazione imprenditori comprensorio villafranchese) farà la sua seconda immersione totale nel Baldo. Alle 10 il gruppo partirà con le ciaspole per visitare in sicurezza le trincee e le zone delle Redutte e Paloni. Alle 15 incontreranno il sindaco di Ferrara di M. Baldo Paolo Rossi in municipio, dove Heltai proietterà il video Ama Dablam, in nepalese «La madre con la collana», cima di 6850 metri dell'Himalaya. Un incontro cui anche i cittadini possono partecipare.


«L'anno s! corso organizzai una ciaspolata in notturna a Novezza e incontrammo il sindaco, con cui parlammo anche della sua esperienza amministrativa in un territorio come il Baldo, che offre opportunità di svago ed attrazione, ma risente della concorrenza del vicino e ricco Trentino», ricorda Heltai. Ora l'Aiv ha deciso di calarsi ancora in questa realtà con lui, che li avvicinerà anche esperienza del Nepal.

«La zona baldense, che amo e dove ho deciso di vivere, permetterà ai giovani imprenditori di condividere esperienze umane e professionali. Percorrendola insieme cercherò di trasferire in loro l'amore per la montagna veronese e le sue peculiarità e di far capire che il Baldo è una montagna eccezionale. Non a caso è palestra d'allenamento di moltissimi alpinisti, anche d'alto livello internazionale.

Inoltre, proiettando il filmato della spedizione in Nepal, li condurrò virtualmente in un mondo diverso dal nostro che può! ; dare insegnamenti. Per esempio a scoprire un senso del tempo! diverso dall'orario d'ufficio, scandito dalla luce del sole.

Insieme faremo il percorso che mi ha spinto ad allenarmi sulle nostre montagne per arrivare alle cime del 'tetto del mondo'. In chiave imprenditoriale», evidenzia, «ciò si traduce in impegno, passione, cura dei particolari, preparazione e sacrificio, concetti tipici dell'alpinismo ma anche di quello dell' imprenditoria e del lavoro. Ringrazio l'Aiv giovani per avermi chiesto di ricondurli sul Baldo: significa che il cammino intrapreso anche con Rossi è apprezzato».B.B.