Rassegna stampa

L'Arena - Il giornale di Verona

La sfida del nuovo presidente «Più soci e rilancio dell'Aiv»

martedì 7 dicembre 2010

Mario Serpelloni vuole adesioni per ingrandire l'associazione «Ma vogliamo lavorare anche per le aziende non iscritte»

Aiv rompe il silenzio degli ultimi mesi lanciando la prossima missione.
Con la nomina del nuovo presidente Mario Serpelloni, l'associazione degli imprenditori villafranchesi ha stilato una lista di cose da fare per raggiungere un solo scopo: rilanciare il suo ruolo guida nel comprensorio e aumentare il numero di associati. Punto di partenza, la scelta del nuovo direttore, Claudia Bidoli, ex manager aziendale e oggi consulente in comunicazione.

«La meta più urgente», spiega Serpelloni, «è quella di ingrandirci, sotto il profilo del numero dei soci. Abbiamo cercato, quindi, una figura con esperienza nell'ambito della promozione e segnalazione della nostra attività. Il direttore non si limiterà, quindi, a coordinare Aiv, ma a rilanciarla a Villafranca e in tutti i Comuni del compren! sorio come un centro a servizio degli imprenditori».

La nuova squadra ha incontrato altre realtà imprenditoriali del villafranchese, come Alpi a Sommacampagna o l'associazione di Vigasio. Serpelloni, infatti, intende conoscere a 360 gradi il territorio e le forze che vi operano, offrendo loro uno strumento di unione. «Vorremmo costruire una piattaforma di collaborazione», continua, «utile poi per meglio interloquire con le istituzioni».

Persona abituata ad andare al concreto, il presidente intende potenziare Aiv aprendosi al comprensorio e cercando collaborazione anche con soggetti non iscritti. Ne è un esempio la messa che si terrà il 18 dicembre, alle 10. L'appuntamento annuale è l'occasione per premiare le carriere più meritevoli e fare il punto della situazione. Quest'anno si terrà alla cantina Piona di Custoza, una realtà vitivinicola non associata Aiv, ma che ha messo a disposizione i suoi spazi. Vogliamo creare una cultura d'impresa e lavorare per associa! ti e non. In poche parole Aiv deve essere utile».
Altro traguardo è previsto per la prossima primavera. Il gruppo taglierà il nastro della nuova sede in via Postumia, nel nuovo centro commerciale sorto all'ex Publigas.
In questi mesi Serpelloni ha valutato le iniziative di Aiv in corso, che saranno mantenute, e l'equipe di collaboratori. «Ho trovato persone volenterose. Abbiamo intensificato i rapporti con Aiv giovani, mentre con Aiv Formazione, grazie al coordinatore Marino Rama, abbiamo progetti ambiziosi come gli interscambi con paesi stranieri».
Questa settimana, infatti, Serpelloni sarà in Romania per visitare alcuni istituti superiori tecnici professionali al nord del paese. «Un'esplorazione», come l'ha definita, garantita dai fondi della Comunità europea.

«Vorremmo rilanciare il territorio perché fungesse da modello», conclude. La diversificazione delle imprese attive sul Villafranchese offre un e! sempio di sistema economico che ha saputo reggere alla crisi.
«Ora si vive in una situazione di attesa. Non ci sono segnali. La piccola impresa è sopravvissuta limitando gli investimenti. I gruppi più grandi hanno sofferto di più. Ma non ci sono orizzonti di catastrofe. In parte siamo legati alla spesa pubblica, i lavori sono pochi, ma ci sono. E poi siamo in balìa dei mercati finanziari: sono loro a decidere quali teste tagliare. A noi non resta che muoverci. Cercare mercati diversi, tentare all'estero, sfruttando i finanziamenti europei».