Rassegna stampa

L'Arena

Oggi l'associazione celebra il Natale del lavoro in duomo. L'Aiv ha un progetto per battere la crisi

sabato 13 dicembre 2014

Zoccatelli: «Risparmi energetici fondamentali»
Aprirsi a tutte le aziende del territorio e alla città. Con questo obiettivo, Aiv (associazione imprenditori del comprensorio villafranchese) celebra il Natale del Lavoro fuori dagli stabilimenti produttivi, per approdare in Duomo, oggi pomeriggio, alle 18.
Saranno consegnati i premi «Impresa e lavoro» alla Serpelloni Spa di Villafranca, impegnata nel settore delle costruzioni, presieduta da Fortunato Serpelloni, presidente Ance (costruttori scaligeri), tra i fondatori di Aiv, associazione guidata per due mandati, e ad Mf1 srl di Valeggio, impresa d'eccellenza nella produzione di maglieria per i brand del lusso internazionale, fondata da Mario Foroni. Seguirà la messa celebrata dal vescovo di Verona Giuseppe Zenti, e un concerto di musica sacra, «Note di Santa Lucia», in collaborazione con il Comune di Villafranca e Banca popolare di Verona.
«Il segnale che vogliamo lanciare», spiega Gaetano Zoccatelli, presidente dell'associ! azione, «è che la crisi si può superare solo facendo squadra. Per questo, durante il mio mandato, cercheremo di far conoscere a tutte le imprese del territorio, anche se non associate, le nostre iniziative. Occorre far crescere il senso di comunità in cui si opera». «Inoltre, lunedì mattina il direttivo Aiv incontrerà i sindaci del territorio per avviare un dialogo costante con le amministrazioni locali», aggiunge. Già pronto anche il programma sul quale impostare l'attività a partire dal prossimo anno: seguendo direttrici, che ruotano intorno all'efficientamento energetico, finalizzato all'abbattimento dei costi di produzione, alla finanza, per accompagnare le imprese del comprensorio ad acquisire risorse finalizzate a sostenibilità, ricerca ed innovazione. «Stiamo dialogando con istituti di credito per ottenere fondi destinati alle imprese interessate ad interventi di efficientamento per i loro siti produttivi. Le risorse non dovranno essere restituite dalle ! aziende, ma potranno essere compensate con il risparmio conseg! uito. In questo modo l'investimento potrà essere programmato anche da imprese che al momento sono esposte finanziariamente o sono prive di liquidità». Zoccatelli segnala anche l'intenzione di promuovere l'attività delle start up a livello locale «per mettere in contatto le imprese giovani, ricche di idee, ma con poche disponibilità con le aziende strutturate, che possono incubare e sviluppare i progetti, trasformandoli in prodotti». Infine, l'impegno per aiutare le ditte locali, di piccole e medie dimensioni, a debuttare sulle piattaforme virtuali che riforniscono la pubblica amministrazione (come il Mepa) o i privati. «Uno sforzo da intraprendere per non lasciarsi sfuggire opportunità», dice. «Procederemo con un'indagine preliminare, che raccolga bisogni e suggerimenti delle associate per definire proposte per ottenere benefici». V. Zanetti